• 24
  • 24
  • 24
  • 24

Regolamenti

REGOLAMENTO

 

 

NORME GENERALI
1. Ogni iscritto ha diritto alla frequenza bisettimanale durante le ore riservate alla classe d’appartenenza. Ogni variazione dovrà essere autorizzata dall’insegnante.
2. La quota di frequenza dovrà essere versata anticipatamente entro le date specificate all’atto dell’iscrizione o al pagamento del trimestre.
3. Gli iscritti dovranno fornire il certificato medico, in originale, attestante l’ idoneità alla pratica dell’attività prescelta. Tale certificato dovrà rimanere per legge nell’archivio dell’associazione, si consiglia di fare preventivamente una copia per eventuali altri usi.
4. Il trimestre consiste in media di 92 giorni effettivi , eventuali chiusure legate a Festività o chiusure scolastiche vengono automaticamente escluse da tale conteggio (es. vacanze Pasquali= 7 gg, la scadenza del Trimestre avverrà dopo 92+7 giorni). Allo stesso modo vengono considerate le vacanze scolastiche quindi per chi rinnovasse il trimestre a meno di 90giorni dalla chiusura delle attività, i giorni rimanenti del trimestre, non effettuati prima si recupereranno al rientro e nulla andrà perso. In ogni caso si lascia aperta la possibilità, dal mese di Aprile, di coprire la quota mancante alla chiusura della stagione sportiva pagando solo le lezioni restanti (5€ l’una).

 

 

NORME PER LA SCUOLA DI KARATE
PREMESSA: la pratica del Karate, al fine di raggiungere risultati significativi sia a livello fisico che sul piano psico-sociale, richiede un esercizio costante e un controllo fisico ed emotivo superiore alla media.
Sia nell’attività amatoriale che in quella agonistica, queste sono le premesse indispensabili per mantenere la possibilità d’ infortunio notevolmente sotto la media in confronto agli altri sport . Il rispetto di un codice di comportamento verso i compagni di palestra e verso gli avversari in gara, è parte stessa del Karate. Questo rispetto, però, può e deve andare oltre la palestra e la gara se vogliamo migliorare la nostra esistenza in generale. L’accettazione e il rispetto di se stessi, l’onesta, la sincerità aiuteranno ad avere forza, serenità e sicurezza per affrontare le prove che la vita ci sottoporrà in futuro. Il KARATE è anche questo e nelle nostre classi avrà notevole importanza l’insegnamento di regole comportamentali.

La divisione per fasce d’età è indicativa. I bambini, infatti, non progrediscono nelle loro capacità linearmente ma “a gradini”. Uno scarto di uno o due anni di alcune caratteristiche rispetto alla media può essere normale.
L’ammissione per la prima volta ai corsi, specialmente dopo i 7 anni, sarà soggetta ad una valutazione degli insegnanti per l’assegnazione alla classe più indicata. Nello stesso modo il passaggio ad una classe successiva potrà essere anticipato o posticipato sempre secondo gli stessi criteri.
Tali valutazioni non saranno minimamente indicative per una previsione circa i futuri progressi dell’ allievo poiché, come già detto, i progressi seguono un andamento irregolare di crescita, alternata a fasi statiche di durata soggettiva. Ogni decisione sarà presa in accordo con i genitori e servirà per mettere il bambino nelle migliori condizioni d’apprendimento in quel momento.

Durante il corso saranno sostenuti esami per il passaggio di grado. Nella prima classe l’esame si effettuerà a fine corso. Nelle classi successive gli esami saranno due . Nelle prime tre classi ogni esame varrà “ mezzo Colore” mentre dalla preagonistica si cambierà un “ intero colore” della cintura.

Un insufficiente livello di preparazione non darà la possibilità di sostenere la prova d’esame, così come un aspetto comportamentale negativo ( quindi controproducente per l’ allievo stesso e per lo svolgimento delle lezioni) potrà comportare l’impossibilità di sostenere l’esame.
Sarà inoltre limitate per l’ammissione all’esame la manca partecipazione ad almeno il 75% delle lezioni, in particolare le assenze durante il mese precedente l’esame avranno un valore doppio.

Per quanto riguarda eventuali periodi di prova, che si terranno mensilmente in date da destinarsi e opportunamente indicate sul sito, si procederà come segue: onde evitare eventuali responsabilità legali si potrà assistere ad una lezione e successivamente previo versamento della quota d’iscrizione con relativa visita medica, si potrà effettuare un mese di prova al termine del quale si provvederà a versare la quota trimestrale.

AGONISTICA
L’appartenenza al gruppo agonistico è facoltativa e volontaria, a tale classe si potrà accedere dopo gli 11 anni. Gli agonisti dovranno impegnarsi alla frequenza di almeno tre lezioni settimanali e a partecipare ad almeno due terzi delle gare, attività e manifestazioni che verranno a loro proposte.
Esiste anche un’attività “agonistica” per i più piccoli che consiste in gare con percorsi a stazioni ( corsa, salto, slalom, capovolte, etc..) e nell’esecuzione di prove tecniche adeguate all’età e alla preparazione. Tutto ciò è molto importante perché costituisce il primo passo per vincere eventuali timidezze, insicurezze, e a stabilire il rispetto delle regole. La frequenza di dette manifestazioni si riduce a qualche evento annuale.

 


PER INFORMAZIONI IN MERITO RIVOLGERSI AI TECNICI